Come avere tanti follower su Instagram

Ti piacerebbe far crescere i tuoi followers su Instagram? Il tuo sogno è quello di farti seguire da più persone possibili per creare così la tua community? Nonostante tutti i tuoi sacrifici nel creare contenuti sempre migliori, non sei ancora riuscito a spopolare sul social network più amato dai ragazzi e, ogni volta che guardi … Leggi tutto

Come trasformare TV in Smart TV

Al giorno d’oggi le Smart TV sono sempre più diffuse, tanto da avere visto un notevole calo dei prezzi in risposta all’uscita di modelli sempre più tecnologici ed innovativi. Anche se dunque questo genere di televisore diventa di volta in volta più accessibile, separarsi dal vecchio modello può rappresentare uno spreco, poiché magari ancora perfettamente … Leggi tutto

Come vedere iptv su Iphone?

Guardare IPTV su iPhone è molto semplice per quanto molti siano convinti del contrario, pensando erroneamente che bisogna scaricare per forza il Jailbreak. Ciò che vuol dire che anche il Jailbreak potete tranquillamente guardare IPTV direttamente dal vostro iPhone con la possibilità di guardare i principali canali televisivi in diretta streaming. A tal proposito intendiamo fornirvi una lista dei migliori programmi che permettono di guardare IPTV non solo sul vostro iPhone ma anche sull’iPad, insomma tramite tutti quei dispositivi che hanno iOS.

Come vedere iptv su Iphone

Quali sono i programmi che consento di guardare IPTV sull’iPhone?

Tra i programmi che abbiamo selezionato ne spiccano 3: uno a pagamento e due gratuiti

VLC (gratuito)

Grazie al player VLC, che si può scaricare gratuitamente sull’ App Store della Apple,  possiamo aprire tanti formati video in maniera sicura e rapida, ma soprattutto facilmente. Inoltre questo programma permette anche di  di leggere liste ”m3u” e file “m3u8” o “ts”, ampliando così il raggio d’azione delle sue funzionalità. Per questi suoi meriti è considerato il miglior programma per guardare IPTV su iPhone

IP Television (a pagamento)

Leggi tutto

Quali sono i rischi legali utilizzando IPTV?

IPTV

La trasmissione dei contenuti audio-visivi tramite l’Internet Protocol Television (IPTV) sta riscontrando un grande successo tra gli utenti. Il merito di questo sistema di riproduzione di contenuti live (come i canali RAI) o on demand (come Netflix) sta letteralmente rivoluzionando il settore audio-visivo attraverso delle soluzioni mirate che hanno come unico scopo mettere lo spettatore al centro dell’offerta televisiva. Grazie ad IPTV gli utenti possono scegliere quali programmi visualizzare direttamente sui propri dispositivi mobili, rafforzando il legame sempre tra tv e navigabilità. Di conseguenza una della ragioni di questa forte fase di espansione della IPTV è strettamente collegata alla personalizzazione dell’offerta televisiva, ottimizzata sulla base dei propri gusti e delle proprie esigenze.

L’utilizzo della IPTV è legale?

Molti utenti si sono fatti questa domanda mossi dal dubbio che questo servizio aggiuntivo potesse nascondere qualche insidia di tipo illegale. Da questo punto di vista possiamo affermare con tranquillità che questo sistema di trasmissione di contenuti audio-visivi è legale, anche se il rischio di incorrere nella illegalità risulta molto alto. Per quale motivo? Ebbene la risposta è da rintracciare nella visione dei contenuti con copyright, come potrebbero essere le partite di calcio che solitamente vengono trasmesse dalle emittenti Sky o Mediaset Premium.

E’ proprio qui che si annida la controversia, dato che vi sono alcune operazioni che potrebbero risultare illegali specie in merito ad alcune offerte che hanno come obiettivo attrarre i clienti con delle proposte molto vantaggiose, all’interno delle quali vengono messi insieme tutti i migliori contenuti di tutte le emittenti principali, dallo sport al calcio, dal cinema alle serie tv. Tali offerte vengono proposte ai fantomatici clienti a dei prezzi irrisori (anche 10 euro mensili), con pagamenti sotto traccia ed ovviamente a nero.

Nello scegliere il pacchetto migliore per le proprie esigenze bisogna fare attenzione nell’opportuna valutazione di tutte le opzioni possibili per evitare di trovarsi di fronte ad una situazione ingestibile perchè connessa all’utilizzo di una IPTV illegale che può avvenire sia volontariamente che involontariamente con delle pene a dir poco severe. La sensibilizzazione al fenomeno da parte degli organi competenti ha scoperchiato un vaso di pandora, dato che moltissimi fruitori di questi servizi illegali non erano a conoscenza né dei rischi e né delle eventuali sanzioni.

Stiamo parlando di cifre particolarmente esose soprattutto per chi vende e sponsorizza questi metodi illegali: da una multa di 15,000 euro alla possibilità di essere condannato a 4 anni di carcere per la violazione dei diritti d’autore. In questo calvario di multe e pene non bisogna dimenticare che anche l’utente finale rischia grosso: con pene che vanno dai 3 anni di carcere fino ad una multa che può oscillare dai 2.582,00 € ai 25.822,00 €, laddove per questo reato si tende ad applicare una sanzione amministrativa per evitare il carcere agli utilizzatori finali.

In merito a questi procedimenti illegali la Guardia di Finanza ha effettuato molte operazioni contro le IPTV irregolari, procedendo all’arresto di molte persone costrette a pagare multe salatissime, forzando i meccanismi di riscossione e dunque chiedendo al Governo pene ancora più severe con la possibilità di ottenere il carcere certo.

Leggi tutto

Come vedere IPTV su Android?

Con la diffusione del sistema IPTV che ha rivoluzionato le modalità di trasmissione di contenuti televisivi sul web, è letteralmente migliorato il rapporto tra tv e Internet, diventando l’uno lo strumento dell’altro. In pratica con questo nuovo protocollo tutti possono accedere alla visione dei canali tv direttamente sul web e cioè tramite servizi di streaming. Di conseguenza per guardare i programmi tv non occorre servirsi di piattaforme video on demand, laddove è necessario quindi registrarsi su un server, ma semplicemente basta sfruttare i protocolli web per consentire ad ogni dispositivo di connettersi a Internet con lo scopo di trasmettere programmi via IPTV, quali potrebbero essere partite di calcio, notiziari, telefilm, insomma tutto quello che solitamente possiamo vedere in tv.

Come vedere IPTV su Android?

Praticamente con l’introduzione di questo protocollo possiamo guardare la televisione non solo su PC, ma anche su tutti gli altri dispositivi mobili come il tablet, lo smartphone ma anche i notebook portatili, smart tv e console. Senza dimenticare che volendo possiamo accedere numerose liste m3u reperibili sul web, con una poderosa scelta di canali che risulta essere più vasta rispetto a quelli che sono solitamente offerti sia dal digitale terrestre che dal satellitare. Queste liste m3u non sono altro che file di testo che vengono in automatico caricati da un programma. Essi si presentano sotto forma di link ai canali consentendo al player di caricare il flusso audiovisivo corrispettivo alla loro scelta.

Cosa serve per vedere l’IPTV su Android?

Una volta compreso il significato dell’IPTV e analizzato le sue effettive potenzialità, è lecito chiedersi come si fa praticamente a vedere l’IPTV su Android. A tal proposito in questa mini guida vi spiegheremo tutti i passaggi per un rapido e semplice funzionamento, per il quale non è prevista alcuna conoscenza tecnica, basta solo avere a disposizione un dispositivo mobile e una linea stabile Internet.

Perché scegliere una rete Wi-Fi?

Attenzione però se non avete in abbonamento flat la possibilità di usare dati mobili 3G o 4G sarà meglio non usarli, perché una trasmissione televisiva può consumare rapidamente i vostri giga. Per questo voi consigliamo di assicurarvi che siete connessi a una rete wi-fi.

Leggi tutto

Come vedere IPTV su VLC?

La trasmissione dei contenuti audiovisivi per IPTV può avvenire anche tramite un rinomato lettore multimediale come VCL, perfettamente compatibile con diversi sistemi operativi e numerosi dispositivi mobili come tablet o PC. In pratica questo nuovo protocollo si rivela ideale con VLC consentendo in maniera semplice la possibilità di visionare
contenuti televisivi attraverso le reti Internet a banda larga.

Come vedere IPTV su VLC?

Quali sono i meriti di VLC?

Per meglio comprendere i vantaggi che si celano dietro la possibilità di utilizzare il protocollo IPTV tramite VLC, dobbiamo un attimo soffermarci sulle potenzialità di questo noto lettore per contenuti audiovisivi. Esso a conti fatti è conosciuto come un ottimo mediaplayer, compatibile con numerosi files audio e video esistenti. Questa sua versatilità lo ha reso in breve tempo molto popolare consentendogli una diffusione a macchia d’olio che ne ha poi decretato un buon successo tra gli utenti. In pratica la sua capacità di adattamento unitamente alla sua duttilità hanno acceso un faro sulle sue effettive potenzialità, attestandolo come un lettore perfetto per tutti i più diffusi sistemi operativi.

Per questi suoi meriti è stato più volte posto tra i prodotti crossover, con cui si definiscono quelli che sono capaci di rendere fruibili formati diversi tra loro anche su diversi sistemi operativi e diversi dispositivi. Se ci pensiamo attentamente si tratta di un requisito molto vantaggioso soprattutto nel caso in cui sia richiesto di visionare e di riprodurre files che sono diversi da quelli previsti per uno specifico dispositivo. In siffatto contesto VLC si presta in maniera ottimale alla trasmissione dei contenuti audio-visivi con IPTV. Su questa lunghezza d’onda salta subito all’occhio un aspetto che si rivela molto utile e cioè la possibilità di gestire i flussi audiovisivi in streaming con un semplice gesto. Di conseguenza ci basterà incollare nella URL il rispettivo sito web che ha reso fruibile lo streaming di quella trasmissione che volevamo vedere, e il gioco è fatto!

Come vedere IPTV su VLC?

Una volta comprese le funzionalità ma soprattutto le potenzialità maturate da VLC possiamo spiegare in che modo i due lavorano per ottenere lo stesso obiettivo. A tal proposito VLC può accedere a varie opzioni tra queste quella di assistere ai contenuti audio-visivi IPTV con estrema facilità. In che modo? Ebbene quello che occorre fare è davvero semplice e intuitivo. Come prima cosa occorre scaricare una delle tante liste .mp3u per poi fare un doppio clic su di essa per poterla aprire e attivarla.

Nel caso vogliate orientarvi verso altre  soluzioni vi consigliamo di inserire il link della TV che vogliamo vedere o una playlist attraverso il percorso Media/Flusso di rete, poi a qual punto procediamo ad incollare il link per poter visionare il programma che stiamo cercando. Dopo aver seguito questo procedimento vedremo in che modo VLC carica in automatico la lista dei canali televisivi che sono disponibili per la visione direttamente su Internet. A quel punto dopo averla consultata possiamo scegliere il canale desiderato, cliccarci sopra e augurarci che i link contenuti nella lista sono attivi. In quel caso lo schermo ci restituirà nell’immediato le immagini della trasmissione televisiva che abbiamo selezionato.

Leggi tutto

Netflix: cos’è e come funziona

Nel panorama della tv on demand Netflix ha conquistato in breve tempo un ruolo di primo piano. Questa rinomata piattaforma americana è riuscita ad imporsi grazie ad un’offerta particolarmente vantaggiosa e competitiva. Ragion per cui ad un costo decisamente ragionevole questa nota azienda americana offre l’opportunità di visionare contenuti audio-visivi originali tra film, serie tv, documentari e altro ancora in streaming. Tale trasmissione può avvenire sui dispositivi mobili semplicemente accedendo ai relativi servizi tramite il pagamento di una modesta cifra per l’abbonamento mensile. Con tali premesse è lecito chiedersi come funzioni questa piattaforma ma soprattutto come sfruttare al meglio le sue potenzialità?

Netflix: cos’è e come funziona

Come funziona Netflix?

Il funzionamento di Netflix è estremamente semplice e intuitivo. Infatti dopo aver creato un personale account e sottoscritto un apposito abbonamento basta collegarci al portale web o aprire la relativa applicazione dedicata tramite qualsiasi tipo di dispositivo mobile per poi consultare il ricco e variegato catalogo in cui troveremo una massiccia offerta di contenuti tra film, serie tv, documentari, lungometraggi e contenuti originali prodotti da Netflix.

Tra le interessanti modalità offerte da Netflix spicca l’opportunità di eseguire delle azioni specifiche durante la riproduzione del film. In pratica possiamo mettere pausa se siamo interrotti da un imprevisto, tornare indietro se vogliamo rivedere una scena che non abbiamo capito, senza dimenticare la possibilità di scaricare direttamente ciò che si vuole vedere in modo da visionarlo indipendentemente dalla nostra presenza sulla piattaforma. In siffatto contesto è lecito chiarire un punto fondamentale: per ottenere il massimo dalla riproduzione video dobbiamo assicurarci una connessione internet stabile o per lo meno che sia molto veloce con lo scopo di goderci i contenuti audio-visivi nella massima tranquillità e cioè senza essere interrotti a causa di un malfunzionamento che ci farà solo perdere tempo.

Quanto costa un abbonamento Netflix?

Sempre più utenti accedono ai servizi di Netflix per via del suo abbonamento vantaggioso e competitivo. Infatti possiamo sottoscrivere tre tipi diversi di abbonamenti: da quello standard del valore di 7,99€ che prevede una riproduzione di contenuti audio-visivi in qualità base con la possibilità di visionarli su un unico schermo, a quello intermedio del valore di 9,99€ che consente una riproduzione dei film con il Full HD con la possibilità di visionarli su 2 schermi contemporaneamente. La terza soluzione prevede un costo di 11,99€ con una riproduzione fino al 4K e l’opportunità di guardare i contenuti fino a 4 schermi contemporaneamente.

A tali sottoscrizioni se ne aggiunge un’altra particolarmente gettonata e cioè quella di condividere l’abbonamento. Così quello da 9,99€ si può condividere con un amico per un totale di 5€ a testa mentre quello da 11,99€ con massimo altri 3 amici con 3€ a testa. Un altro aspetto decisamente vantaggioso è legato al fatto che questi abbonamenti da sottoscrivere possono essere interrotti in qualsiasi momento, senza dover necessariamente chiedere una disdetta formale. Per non usufruire più dei suoi servizi basta semplicemente non pagare il mese successivo. Semplice no? Senza dimenticare che prima di abbonarsi possiamo usufruire di una prova gratuita che vale 1 mese.

Leggi tutto